Blog Body and Art nell'era digitale

Il Medioevo

Di Rosario Gómez
Nel desiderio instancabile di sfruttare il potenziale di Web.2, voglio continuare a pubblicare anche in alhma.com, il gruppo Ars Erotica, un gruppo di insegnanti in pensione, che stanno facendo un magnifico lavoro di raccolta di immagini sessuali in diversi periodi artistici . In questa voce puoi vedere due capitoli che raccolgono la pittura e scultura erotica medievale più notevole in Europa. Ci aiutano ad apprezzare le diverse evoluzioni sull'argomento nel corso della storia e a capire molto più in profondità le attuali immagini d'arte. Poco devo aggiungere nel terreno storico poiché attualmente non è il mio campo di indagine, tuttavia, in linee successive alla presentazione di Ars erotico, indico alcune interessanti considerazioni di altri autori specializzati nell'argomento.
Octavio Paz in Doppia fiamma, introduce una riflessione comparativa molto interessante tra due visioni della vita, quella greca e quella medievale. L'eros platonico cerca la disincarnazione mentre il misticismo cristiano è soprattutto amore per l'incarnazione, seguendo l'esempio di Cristo, che si è fatto carne per salvarci. Ma entrambi sono d'accordo sulla necessità di rompere con questo mondo e scalare l'altro, l'interruzione contemplazione platonica e cristiana, per l'amore di una divinità che mistero ineffabile, si è incarnato in un corpo. Le forme eterne e pure del platonismo non amano, a differenza di quelle cristiane, il cui Cristo redentore è morto per gli uomini.
Riguardo all'iconografia, abbiamo già visto come, a differenza di altre religioni che naturalmente integravano la dimensione sessuale dell'uomo, il cristianesimo tendeva a negarlo e reprimerlo. Dal momento che la Chiesa è stato uno dei principali mecenati in Occidente fino al XVIII secolo, il processo ha avuto un effetto enorme sulla pittura e scultura ed ha portato ad una tradizione artistica peculiare in cui il contenuto erotico di molte opere è stato presentato in una forma implicita o codificata. Tuttavia, paradossalmente, è sorprendente vedere che le rappresentazioni sessuali abbondano anche in questo periodo storico. Sono per lo più collocati nelle pareti del tempio, nei caratteri battesimali, nelle miniature e persino in un arazzo.
Jesús Herrero Marcos ci parla nel suo testo Lussuria nell'iconografia romanica di rappresentazioni di demoni lascivi e coito ornano capitelli e mensole di numerose chiese romaniche in Spagna. È sorprendente che nei luoghi sacri ci sia una tale abbondanza di immagini di contenuto osceno e crudo. Ancora oggi, gli esperti non sono d'accordo sul motivo per cui tale iconografia irriverente appare in luoghi dedicati al culto. Per alcuni specialisti, il fenomeno è un prodotto della moralità rilassata prevalente nel mondo medievale. Per altri, tali rappresentazioni erano il frutto delle trasgressioni scherzose dei maestri scultorei. Non c'è carenza di coloro che vedono in queste figure un riflesso delle eresie del tempo, come quelle incarnate dai Valdesi, dai Bogomili e dagli Albigesi o dai Catari. Questi gruppi, tuttavia, più di una vita licenziosa, ciò che predicarono e praticarono fu esattamente l'opposto: un'esistenza ascetica e virtuosa.
Tutte queste teorie sono difficili da accettare per Jesus Herrero, che considera queste sculture -mal chiamate oscene, a suo parere, erotico-sono "per istruire il popolo analfabeti con immagini esplicite" sui loro obblighi morali e religiose. A sostegno di questa tesi sono quelli che brandire l'argomento che questa iconografia caratteri lussuriose sono disegnati e tormentati nell'inferno, esempio di quello atteso i violatori della legge abbondano di Dio. Con pressanti bisogni demografici, alta mortalità e bassissima aspettativa di vita, il clero si preparò affinché la riproduzione fosse fatta secondo le condizioni contenute nella Bibbia. Pertanto, non è irragionevole supporre che la Chiesa fosse interessata a delimitare le pratiche destinate a perpetuare le specie di coloro che si allontanano da questo scopo. In queste circostanze, non sarebbe strano che sia sorto il bisogno di rappresentare le penitenze che comportava la trasgressione della norma.
Secondo l'autore, l'iconografia romanica tenta di demonizzare qualsiasi associazione culturale con la Grande Dea Madre del antiche società matriarcali d'Europa.
[1] Jesús Herrero Marcos profusamente illustrato con un centinaio di fotografie.

Ars erotico. Il Medioevo, la pittura, l'erotismo nella Hª dell'Arte http://es.slideshare.net/arseros/la-edad-media-pintura-el-erotismo-en-la-h-del-arte
Sesso nella Bibbia: https://www.youtube.com/watch?v=Hf9tyZPYLQs&nohtml5=False
Fabbro, Gesù.Erotismo nella chiesa.
Lussuria nell'iconografia romanica ': http://www.periodistadigital.com/religion/arte/2011/10/08/religon-iglesia-arte-capiteles-romanico-erotismo.shtml
Pace, Octavio. La doppia fiamma

ARTE DIGITAL

ARTE DIGITAL

Dinámicas infograficas y paisajes digitales
e il

&

BLOG

BLOG

Reflexiones, Cuerpo y Arte en la Era Digital
e il

&

VIAGGIO E RAPPORTI

VIAGGIO E RAPPORTI

Fotografie personali di viaggi diversi nel tempo
GTranslate Your license is inactive or expired, please subscribe again!