Androginia arcana

androginia Arcana è una scultura effimera (Land Art) di grande formato (10 10 x m) eseguita in un campo di grano piantato nel Centro Culturale "La Canonica" di S. Pere de Vilamajor (Barcelona). È l'unione di due simboli che provengono dalla preistoria e sono stati trovati nelle grotte di Laxcaux (Francia), un maschio carattere, pettine, e un altro personaggio femminile triangolare o del pube, entrambi sono uniti da un arco bastone che evoca il corpo calloso del cervello. Questa composizione rappresenta l'androginia ed evoca l'emisfero sinistro e destro del cervello, le energie maschili e femminili in equilibrio, nel consiglio sessuale intrinseco.

Questo è un lavoro complesso che difende la memoria archetipica e la personalità multipla che si sviluppa all'interno di ogni essere in diversi periodi della vita. Le varie cellule che compongono il simbolo maschile, sono intervallate dall'attività degli spiriti femminili che evocano dee, fate e donne mediterranee di varie epoche storiche, associate a diversi tipi di attività o forza. A volte è personaggi immaginari (le fate Hakwisel e Galfriel), gli altri sono tratte dalla mitologia mesopotamica (Innanan e Ereshkigal) o la storia della sessualità (Hierodule, Hetaira) dove, per questo lavoro, l'attività sessuale cobra dimensioni dell'alleanza e scambio di conoscenze energetiche.

Ereshkigal Inannahetaira

Ereshkigal (Gorgona-Kundrie): governa tutte le cose che sembrano opporsi alla vita. È il luogo in cui la vita potenziale giace immobile, piena di rabbia, di avidità, di paura di perdere, di rabbia, schegge di coscienza crude e istintive.
È l'aspetto distruttivo trasformante della volontà cosmica che, attraverso il tempo e la sofferenza, distrugge incessantemente tutte le distinzioni nei suoi fuochi indiscriminati e spinge, tuttavia, la nuova vita. Simboleggia l'abisso che è origine e fine. (La dea bianca di Edward C. Withmon)

Inanna: Nella mitologia sumera Inanna era la dea dell'amore, della guerra e protettrice della città di Uruk. Con l'arrivo degli Acadiani, Inanna fu trasformata in Ishtar. Inanna regna durante la primavera e l'estate. Per S.Perera, il suo simbolismo rappresenta le energie che è impossibile da contenere o rendere sicuro e indubbio, rappresenta la consapevolezza della transizione e del confine. Incarna l'aspetto ludico autonomo e indomabile del femminile (Discesa alla divinità di S. Perera).
Maggiori informazioni… wikipedia

Hierodule Hakwisel GaladrielHierodule: Secondo l'interpretazione di Richard Withmond, nel suo libro "Il ritorno della Dea", hierodules già nelle culture ginolátricas, alcune donne sono state considerate, una sorta di prostitute sacre come Richard Whitmon, obbedito solo le forze della natura e estatiche offerto il suo potere purificatore verso i supplicanti, per rinnovarli nei misteri della vita, ma non si sono mai presentati a lui.

hetaira: Cortigiana romana Le hetairas si liberarono di se stesse e della loro fortuna e furono considerate come persone dagli uomini che erano felici del loro trattamento, della loro sensibilità e intelligenza. Mentre scappavano dalla loro famiglia e venivano messi ai margini della società, scappavano anche dall'uomo e potevano quindi presentarsi come i loro pari e quasi uguali in una società molto discriminatoria.

GALAFRIEL: È un nome adattato del Galadriel che troviamo nel libro il Signore degli anelli, un faerie, protettore degli elfi. Vive nel regno della luce

HAKWISEL: È un'altra fata immaginaria, una fata, appartiene al regno degli elementali e ha proprietà energetiche e magia bianca.

Commenti storici sul mito dell'androginia umana

album fotografici

album fotografici

Diverse dinamiche sperimentali raccolte nei fotolibri.
&

&

Nella sezione dei libri fotografici troverai anche alcuni libri di miori.
BLOG

BLOG

Corpo e arte nell'era digitale
&

&

Alcune infografiche acquisiscono il carattere pittorico e diventano foto-pittura.
VIAGGIO E RAPPORTI

VIAGGIO E RAPPORTI

Fotografie personali di viaggi diversi nel tempo